Descrizione della Valsassina tratta da un manoscritto dell’anno 1571 di Paride Cattaneo Della Torre, annotata e publicata dall’ingegnere Giuseppe Arrigoni, ristampa anastatica a cura dell’Associazione “Amici della Torre”, Primaluna 2016

4. Paride

Descrizione della Valsassina tratta da un manoscritto dell’anno 1571 di Paride Cattaneo Della Torre, annotata e publicata dall’ingegnere Giuseppe Arrigoni, ristampa anastatica a cura dell’Associazione “Amici della Torre”, Primaluna 2016

L’Associazione “Amici della Torre” di Primaluna ha voluto festeggiare il quindicesimo anniversario della ricostituzione del sodalizio con un’importante iniziativa come la ristampa anastatica della Descrizione della Valsassina di Paride Cattaneo Della Torre. L’opera, databile agli ultimi decenni del Cinquecento, fu pubblicata solo nel 1857 per i tipi dell’editore Pirola dall’ingegnere Giuseppe Arrigoni, che trascrisse e annotò il manoscritto.

Si tratta della più antica descrizione sistematica della valle, opera di un discendente della storica casata dei Della Torre, vissuto tra il 1531 e il 1614, che fu canonico della chiesa collegiata di Primaluna.

L’opera, dopo la meritoria stampa dell’Arrigoni che la pubblicò accanto ad altri documenti inediti riguardanti la storia della Valsassina e delle terre limitrofe, non è stata più ristampata e il poterla avere ora a disposizione in un volumetto maneggevole e ben curato costituisce un sicuro motivo d’interesse per gli studiosi e gli appassionati delle antiche vicende della Valsassina.

La pubblicazione è stata curata da Marco Sampietro, presidente dell’Associazione “Amici della Torre” e apprezzato studioso della storia e delle tradizioni della valle. Sampietro, oltre all’introduzione generale, ha curato un’ampia Guida alla lettura che accompagna con garbo e competenza il lettore attraverso le pagine di un’opera che, come egli scrive, sebbene “scritta in uno stile un po’ rozzo e in una lingua non sempre corretta e d’immediata comprensione”, appare ancor oggi di sicuro interesse e ricca di informazioni di prima mano: un classico che si può leggere, come suggerisce Sampietro, come la prima guida turistica della valle.